Un “Parco” di idee

Agricoltura, sport, accessibilità e cultura...ti aspettiamo?

Ti piace camminare in compagnia? Fare sport all’aria aperta? Ami la musica e l’arte di strada? Ti piace l’idea di acquistare ortaggi coltivati sotto casa?

Se abiti nella zona ovest di Reggio Emilia, queste e molte altre sono le attività che si possono praticare e sperimentare al Parco Nilde Iotti, uno dei più gradi parchi della città che collega i quattro quartieri di Pieve Modolena, Orologio, Roncina e Regina Pacis.
L’idea di valorizzare il parco Nilde Iotti nasce dalla volontà di abitanti dei quartieri, centri sociali, cittadini e amministrazione comunale nell’ambito del Laboratorio Urbano, parte del progetto QUA_QUArtiere Bene Comune. Da un anno sono stati attivati progetti di cura, presidio e segnaletica del parco e azioni per favorirne la fruizione e la socialità attraverso l’arte e il movimento.
Vediamo cosa è accaduto in quest’anno e cosa ci aspetta nei prossimi mesi.approfondisci »

Quando le mamme imparano e i bimbi giocano

“Mamme a Scuola”: un progetto di inclusione linguistica di prossimità

C’è Komathy che viene dallo Sri Lanka, Kamaljit originaria dell’India e poi Esther, Rachida e Anja. Abitano nella frazione di Cella.
Hanno culture e tradizioni diverse non solo rispetto a noi ma anche tra loro.approfondisci »

‘Una nuova Primavera’: un centro sociale per tutte le età

Riprogettare un luogo e la sua funzione di aggregatore per il territorio

Quando si dice la rigenerazione urbana come leva per la promozione di socialità.
Quando si dice riprogettare un contenitore, come nel nostro caso un edificio, perché pensiamo che abbia senso se pieno, non vuoto, perché le persone lo possano usare, vivere e utilizzare per funzioni sociali.

Siamo partiti da questo presupposto quando, nell’autunno del 2015, abbiamo aperto il confronto con la comunità di Masone e abbiamo cominciato ad affrontare la questione del centro sociale.approfondisci »

Futura: giardini tra le nuvole per ripensare il #QUArtiereBeneComune

Trovare insieme nuove soluzioni per valorizzare gli edifici.

Giardini sospesi, orti urbani sui tetti, spazi verdi in luoghi inaspettati. Queste sono alcune delle suggestioni e dei progetti emersi dal workshop FUTURA, nato da una collaborazione tra Comune e Ordine degli architetti all’interno del Laboratorio di Cittadinanza di Buon Pastore, San Pellegrino, Crocetta, Migliolungo, Belvedere e Bragalla.
L’evento – che si è svolto alla Biblioteca di San Pellegrino lo scorso Aprile – viene presentato giovedì 12 Ottobre come case study , all’interno del local event di LIFE Urban Proof: REsilienza Rischi climatici ed opportunità per il futuro di Reggio Emilia. Il progetto si pone, in generale, l’obiettivo di aumentare la resilienza dei Comuni ai cambiamenti climatici, supportandoli nella progettazione di strategie di adattamento locale.approfondisci »

Vi aspettiamo per il #QUArtiereBeneComune

Riparte il lavoro con i cittadini nei Laboratori di Cittadinanza

Ripartono i Laboratori di Cittadinanza e, con essi, le opportunità per proporre e realizzare progetti per migliorare la qualità della vita dei quartieri della città, attraverso la collaborazione attiva tra cittadini e amministrazione.
Si riparte, giovedì 5 Ottobre, da S. Prospero Strinati, Tondo, Gardenia: quartieri prossimi alla città e ricchi di associazioni e cittadini attivi, portatori di storia e di storie da cui partire per ascoltare i nuovi bisogni e trovare soluzioni.
Seguiranno, giovedì 19 Ottobre, S. Maurizio, Villaggio Stranieri – Bazzarola poi, il 21, Regina Pacis, Bell’Albero Premuda, Orologio, Roncina e il 26 ottobre Cavazzoli e Roncocesi. Il 24 ottobre torneremo invece a Gavassa, Massenzatico, Pratofontana per rendicontare il lavoro svolto nel primo accordo e firmarne il rinnovo.approfondisci »

Connessioni rurali

Percorsi alternativi per scoprire e collegare i territori

A prima vista può sembrare impossibile. Impossibile che, in periferia, lontano dal centro cittadino, dai viali di circonvallazione, dagli assi di attraversamento della città ci sia un problema di mobilità. O meglio: di possibilità di scegliere di usare la bici e sentirsi tranquilli.approfondisci »