La battaglia di Coviolo

Di solito si è abituati a pensare a Coviolo come a una tranquilla frazione periferica prevalentemente residenziale, costellata di villette e case singole con giardino e tanto verde precedute dal grande campo cimiteriale cittadino, opera dell’architetto reggiano Enea Manfredini. Niente di più vero se non che proprio questo ridente villaggio, circa mille anni orsono, fu sede di un feroce teatro di guerra: la battaglia di Coviolo.

approfondisci »

QUA- Il quartiere bene comune” : dai quartieri all’università

QUA. Il quartiere bene comune” nasce come un progetto volto al dialogo, che come obiettivo primario, cerca una collaborazione tra il Comune e i propri cittadini favorendone il protagonismo. Per rendere l’intera città il più partecipe possibile, sono state messe in atto diverse strategie per poter raccontare tutto ciò che accade nei quartieri di Reggio Emilia.

Per fare ciò, il Comune si avvale della collaborazione di una redazione di studenti universitari iscritte all’Università di Modena e Reggio Emilia, UNIMORE, che si stanno specializzando in due corsi di laurea “Scienze della Comunicazione” e “Comunicazione Digitale, Pubblicità e Creatività d’Impresa”. Ed è proprio all’interno delle lezioni accademiche che viene studiata una forma narrativa di cui “Qua” ne è l’esempio perfetto: transmedia storytelling.

approfondisci »

Studiare al Venezia

Al Centro Sociale Venezia, un’aula studio per gli studenti del San Lazzaro

Immerso nella natura, situato nell’omonimo parco, il Campus San Lazzaro può essere un luogo molto piacevole in cui svolgere la propria vita universitaria. Il Campus ospita infatti diverse facoltà dell’Università di Modena e Reggio Emilia, e brulica sempre di un via vai di studenti che ne apprezzano la posizione strategica in mezzo al verde.
Eppure, se stare lontano dallo smog concilia la salute e la mente, agli studenti capita di non avere un luogo adatto allo studio, in cui beneficiare dei frutti di una location così bucolica.

approfondisci »

Un inverno carico di colore

Con la street art, a Gardenia la primavera sboccia in anticipo

    Le spensierate giornate estive sono ormai un lontano ricordo. Ma se la stagione fredda è per voi sinonimo di noia e monotonia, al quartiere Gardenia non la pensano di certo così: per i ragazzi del quartiere si prospetta un inverno pieno di novità, ma soprattutto di colore. Al Circolo Arci Gardenia, infatti, si è deciso di dedicare loro uno spin off pomeridiano, legato al mondo della street art. A collaborare, in questo progetto, troviamo varie associazioni di volontariato: Associazione Via Fabio Filzi, PerDiQua, Filef, DarVoce, Polo Sociale Nord.approfondisci »

    Piccoli e grandi uniti per il territorio

    Il parco come laboratorio di redazione e aula didattica all'aperto


    Dall’Accordo di Cittadinanza di Regina Pacis, Bell’Albero – Premuda, Orologio, Roncina sono nati numerosi progetti, uno dei quali dedicato alla nascita e allo sviluppo di assi strategici all’interno del parco del Gelso che coinvolge “grandi e piccoli” nel cooperare sinergicamente per un obiettivo comune: il Parco come laboratorio di relazioni e aula didattica all’aperto.approfondisci »

    L’inclusione vien mangiando

    Con il corso "Insieme con gusto" si conciliano lezioni di italiano e buona cucina

      Lunedì 12 novembre ha preso il via il corso di cucina “Insieme con gusto”, ideato e organizzato dalle volontarie dell’associazione FILEF.

      Questa iniziativa, che fa parte del corso di italiano “Mamme a scuola” organizzato nell’ambito degli Accordi di Cittadinanza in diversi quartieri, ha l’obiettivo di far conoscere la cucina del nostro territorio alle donne provenienti da altri paesi, che siano qui da poco tempo o da dieci anni.approfondisci »

      San Bartolomeo, dove visse l’unico “Giusto fra le nazioni” di Reggio Emilia

      Di solito, si è abituati a pensare la frazione di San Bartolomeo come territorio di case sparse sovrastato dal campanile della chiesa parrocchiale, posto ai piedi di un altopiano morenico che si insinua dolcemente nella pedecollina reggiana.
      Un posto ideale in cui vivere, immersi nella natura nella quiete della campagna. Eppure, proprio in questo luogo tanto tranquillo quanto relativamente anonimo ha vissuto diversi anni della propria vita una persona speciale.approfondisci »

      I quartieri di Reggio partecipano e…vincono!

      ‘Qua_Il quartiere bene comune’, premiato con il "cresco award città sostenibili"

      Un altro bel riconoscimento per il progetto ‘Qua_Il quartiere bene comune’ che, lo scorso mercoledì, ha vinto il premio “Cresco Award Città sostenibili”. Il premio – consegnato a Rimini nel corso dell’Assemblea Anci 2018  riconosce l’impegno dei Comuni italiani per lo sviluppo sostenibile del territorio.approfondisci »

      Effetto Polvere

      La nostra Polveriera ha ripreso vita

      Si è conclusa con domenica 14 ottobre l’iniziativa proposta da GLAM, Gruppo Libero Autogestito di Movimento. A questa piccola associazione, nonostante sia nata da poco, non mancano di certo forze al suo interno, e carica di questo entusiasmo si è lanciata nel promuovere un’iniziativa chiamata “Effetto Polvere”.

      Due giornate, domenica 7 e domenica 14 ottobre, nelle zone di Castelnovo ne’ Monti, Corchia e a La Polveriera. Ma che cosa è successo in queste giornate?approfondisci »

      La street art sbarca a Reggio Emilia

      Inaugurati due murales a Castellazzo e Masone

      Lo scorso 30 settembre, durante la seconda festa delle connessioni rurali, una biciclettata, tra l’oasi WWF di Marmirolo e il castello di Castellazzo, ha accompagnato gli abitanti di questo territorio in un percorso a tema puramente ambientale e inaugurato due opere di street art, una a Masone e una a Castellazzo.

      Ma andiamo con ordine.approfondisci »