Da centri sociali a Case di quartiere: avanti col percorso

Online il bando per la gestione di dieci centri sociali

    Da centri sociali a Case di quartiere: avanti col percorso

    C’è tempo fino al 25 luglio 2022 per partecipare al nuovo avviso pubblico per l’assegnazione della gestione e la trasformazione di dieci centri sociali in Casa di quartiere: possono partecipare tutti gli enti del terzo settore, in forma singola e associata. I centri sociali interessati dal bando sono: Biasola, Buco magico, Fogliano, La Capannina Paradisa, Rosta Nuova, Orti Montenero, Tricolore, Nuovo Gramsci La Casetta, Carrozzone e Orologio.

    approfondisci »

    Villa Levi, Reggia di Rivalta, Giardino di Gabrina e Mauriziano: al via gli eventi estivi

    Rinnovati gli accordi per la gestione partecipata dei parchi come beni comuni

    Villa Levi, Reggia di Rivalta, Giardino di Gabrina e Mauriziano: al via gli eventi estivi

    Proseguirà fino al 2023 la proficua collaborazione tra Comune di Reggio e territorio che permette l’uso temporaneo e l’animazione di Villa Levi, del parco della Reggia di Rivalta e del Giardino di Gabrina in via Cugini.

    Sono stati infatti rinnovati ieri i progetti collaborativi – contenuti negli Accordi di Cittadinanza del progetto “QUA_Quartiere bene comune” – che consentono le realizzazione di iniziative in questi tre luoghi, così come al Palazzo Vecchio al Mauriziano.

    approfondisci »

    Intercultura nei quartieri: incontro e apertura al futuro

    Intercultura nei quartieri: incontro e apertura al futuro

    Reggio Emilia, tradizionalmente aperta alle diversità, vuole essere una città “di tutti”, dove nessuno si senta estraneo. Ma che cos’è l’intercultura e come si realizza concretamente l’integrazione tra persone e gruppi di differenti culture? Ecco come nei quartieri di Reggio Emilia, con il protagonismo di cittadini e associazioni, l’intercultura è una pratica reale, che diventa incontro, scambio, relazione.

    approfondisci »

    A due colpi di pedale dalla Storia

    Itinerario cicloturistico tra il Crostolo e la frazione di Villa Sesso - di Luca Ruozi*

    A due colpi di pedale dalla Storia

    Muoversi in modo sostenibile ed ecologico, possibilmente lontano dal traffico e dallo smog. Viaggiare con lentezza per (ri)scoprire luoghi e angoli delle nostre città e al contempo ridurre il nostro impatto sull’ambiente grazie al turismo dolce. Sono alcuni dei motivi che spingono sempre più persone verso la mobilità alternativa: biciclette, e-bike o i più recenti monopattini elettrici.

    approfondisci »

    La democrazia secondo Reggio Emilia. Conversazione con Massimiliano Panarari

    La crisi della democrazia rappresentativa e nuove proposte di democrazia partecipativa

      La democrazia secondo Reggio Emilia. Conversazione con Massimiliano Panarari

      Potremmo definirli lezioni di democrazia partecipativa aperte a tutta la cittadinanza, gli incontri con esperti organizzati dal Comune di Reggio Emilia dal titolo “La democrazia secondo noi”, alla seconda edizione, che affrontano i temi della cittadinanza attiva, della partecipazione, dei beni comuni.

      Abbiamo raggiunto Massimiliano Panarari, politologo docente dell’Università Mercatorum e coordinatore del programma di incontri, per fargli qualche domanda in vista della nuova serie, un percorso che nasce a sostegno della definizione di nuovi organismi di partecipazione territoriale e che vuole avvicinare i quartieri e le comunità al governo della città.

      approfondisci »

      Un lavoro di squadra

      Gestione collaborativa e autocostruzione assistita per la Casetta e il Giardino di Gabrina

      Un lavoro di squadra

      Da alcuni mesi si sperimenta la gestione collaborativa della casetta e del Giardino officinale di Gabrina nel parco delle Acque Chiare, tra associazioni e cittadini che hanno sottoscritto l’Accordo di Quartiere per animare questi luoghi e prendersene cura. A distanza di alcuni mesi dalla sottoscrizione, abbiamo raggiunto alcuni dei protagonisti del progetto per saperne di più e farci raccontare come sia andata la realizzazione di un piccolo cantiere di autocostruzione assistita gestito dai cittadini, per completare l’immobile e aprirlo alla comunità.

      approfondisci »

      La democrazia secondo Reggio Emilia

      Incontri aperti su democrazia e partecipazione per decidere meglio il futuro

        La democrazia secondo Reggio Emilia

        Democrazia e scienza sono in conflitto? Che rapporto c’è tra diritto alla casa e democrazia? La partecipazione dei cittadini può incidere sulle politiche pubbliche? Sono alcune delle domande cui cerchiamo di rispondere con “La democrazia secondo noi”, alla sua seconda edizione, un ciclo di incontri aperti alla città per confrontarsi con esperti su temi di attualità legati a democrazia, cittadinanza attiva, partecipazione, democrazia, beni comuni.

        approfondisci »

        Nuova vita per Palazzo Vecchio e il Mauriziano, grazie all’Accordo di cittadinanza

          Nuova vita per Palazzo Vecchio e il Mauriziano, grazie all’Accordo di cittadinanza

          Comune, associazioni, cooperative sociali, scuole e singoli cittadini, tutti di nuovo insieme, per sottoscrivere l’Accordo di cittadinanza che li impegna a co-gestire Palazzo Vecchio e l’area verde circostante e ad animarlo con  iniziative legate all’ambiente e al paesaggio e con progetti culturali ispirati alla figura di Ludovico Ariosto; e poi spazio al teatro, all’arte, allo sport e molto altro.

          approfondisci »

          Botteghe di quartiere 2022, luoghi aperti del saper fare, per la città di domani

          Un progetto di innovazione urbana, tra riuso e creatività

            Botteghe di quartiere 2022, luoghi aperti del saper fare, per la città di domani

            Nascono le prime tre Botteghe di quartiere di Reggio Emilia, progetto di innovazione urbana che il Comune di Reggio Emilia realizza nell’ambito di ‘Qua – Quartiere bene comune’ in collaborazione con l’architetto Francesco Bombardi, chiamando professionisti e creativi a partecipare e candidarsi alla loro gestione (qui il bando). 

            approfondisci »

            Spazio ai giovani. Reggio chiama, Masone risponde

            Al centro sociale Primavera un nuovo spazio aperto ai giovani

            Spazio ai giovani. Reggio chiama, Masone risponde

            A Masone e nelle frazioni lungo la via Emilia Est la risposta alla pandemia e al bisogno di socializzazione dei ragazzi è venuta dalla creatività di “Giovani al centro”, uno dei progetti dell’Accordo di cittadinanza di ‘Quartiere bene comune’ che ha portato alla creazione di uno spazio aperto per i giovani dai 14 anni in su, in cui sia facile incontrarsi e conoscersi. 

            approfondisci »
            Go to top