Un’unica direzione: Parkway

Condividere il verde del proprio QUArtiere

parkway quartieri

L’ultima domenica di maggio, finalmente la prima domenica calda del mese: non si poteva scegliere una giornata migliore da trascorrere, in compagnia, all’aria aperta.

Tre i quartieri che hanno preso parte all’iniziativa Parkway dei Quartieri: San prospero, Tondo e Gardenia sono state le zone protagoniste che hanno visto svolgersi una passeggiata tra i parchi del luogo.

Abbiamo incontrato Marco Angioletti, l’architetto di quartiere, nel momento più importante della giornata: la presentazione del nuovo logo di Parkway. Quale sarebbe stato nessuno lo sapeva, lo scorso mese sono state raccolte alcune soluzioni che, andate in votazione sul sito del Comune, hanno rivelato il logo vincitore facendolo diventare decorazione della torta ufficiale della giornata.

Nando Ferretti ha diretto la camminata organizzata da Podistica Faba. Il tutto è iniziato domenica 27 maggio alla mattina, ore 9.30. Dal Parco degli Aceri ci si è spostati al Parco della Resistenza dove, con un piccolo ristoro, a cura di Anpi è stato raccontato il motivo del nome dato al parco. A circa 50 metri dal Parco della Resistenza c’è un tiro a segno: lì, nel 1943, sono stati fucilati i fratelli Cervi.

“Parkway dei quartieri”, racconta Nando, “è il nome che abbiamo scelto di dare ad un percorso che permetta alle persone di spostarsi da un parco all’altro senza problemi, passando per le piste ciclabili.” Un senso di sicurezza e unione che si è voluto trasmettere ai giovani, alle famiglie e a chiunque abiti nella zona, un percorso di cui poter usufruire per vivere il verde che c’è intorno al proprio quartiere.

Legambiente è stata il collante di tutte queste iniziative. “Dal punto di vista ambientale sono ovviamente i più interessati, insistono con i giovani e giovanissimi sul tema dell’importanza dei parchi, di vivere il verde, di non aver paura degli animali, di affrontare con serietà la raccolta differenziata. Diffondere la cultura di trattare bene l’ambiente è il loro principale obiettivo.”

Seconda tappa a Villa Erica per pranzare insieme, presentare il logo Parkway e intrattenere i partecipanti con l’esibizione musicale di Albero bell’albero e altre storie con Fabio Bonvicini e Gianluca Magnani; da qui,il gruppo si è poi spostato percorrendo solo ciclabili fino alla zona verde di San Prospero, arrivando all’ultima tappa: il bosco urbano.

“Purtroppo è un po’ l’incompiuto del nostro percorso. Stiamo chiedendo da molto tempo di poterlo utilizzare, avremmo delle proposte sicuramente straordinarie. Si tratta di ettari di bosco, un polmone verde che vorremmo sfruttare, speriamo di arrivare nel tempo a poter utilizzare questa zona così bella.”

Una bellissima giornata sia per il quartiere che per le scuole che hanno partecipato. Una tradizione, quella di vivere il quartiere attraversando il verde, che Nando Ferretti propone ormai dal 1976, tradizione che non solo spera di poter continuare a tramandare, ma anche di poter condividere con ognuno di noi.

 

Mareggini M. Doina

L’iniziativa fa parte del progetto  “La Greenway dei quartieri”  nato all’interno dell’ Accordo di cittadinanza di San Prospero Strinati, Tondo e Gardenia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *