Un corriere ecologico

La spesa arriva direttamente a casa tua… su due ruote!

Dovete fare la spesa ma abitate lontano dai negozi e non avete mezzi per spostarvi?
Il freddo e il mal tempo vi fanno passare la voglia di infilare anche solo il naso fuori dalla porta?
Siete malati o avete una certa età e fate fatica a muovervi?
O semplicemente siete troppo pigri per liberarvi delle pantofole?
Se vi riconoscete in una delle suddette categorie, questo è proprio l’articolo che fa per voi…

Perché da quest’anno, a Reggio Emilia, è possibile farsi portare la spesa direttamente a casa, con tariffe agevolate in base alla distanza e soprattutto sfruttando un mezzo cento per cento amico dell’ambiente… la bicicletta!
A parlarcene c’è Attilio Albicini, referente di Bici Box, il servizio di deposito biciclette situato in via Turri, nei pressi della stazione. Bici Box fa parte della Cooperativa Sociale Camelot ed oltre al deposito si occupa anche di riparazioni e noleggio, con l’intenzione di offrire un servizio di mobilità sostenibile in alternativa agli automezzi e favorire così una maggiore sensibilizzazione riguardo l’inquinamento dell’aria che respiriamo.

Ѐ in quest’ottica che nasce l’idea di offrire ai cittadini un servizio di consegna a domicilio su due ruote:
“Abbiamo sviluppato la proposta insieme alla Dimora di Abramo, cooperativa che si occupa di seguire i rifugiati e i richiedenti asilo. Fanno parte di questa categoria parecchi ragazzi che frequentano assiduamente la zona stazione, così abbiamo pensato di coinvolgerli in modo che, attraverso una forma di tirocinio, siano loro a consegnare le merci a casa dei cittadini. La loro partecipazione al progetto è senz’altro un valore aggiunto, poiché in questo modo possono rendersi utili e guadagnare qualcosa.”
L’idea è stata poi discussa durante varie riunioni tenutesi alla Polveriera, a cui hanno presenziato il Comune e le realtà coinvolte, tra cui l’associazione Servire l’Uomo che è responsabile e capofila del progetto. Accolta subito con grande consenso, l’attività è stata infine inserita all’interno dell’Accordo di Cittadinanza di Ospizio e Mirabello, attraverso il quale il Comune ha messo a disposizione due cargo bike, per trasportare anche le merci più pesanti.
In realtà, la spesa a domicilio è solo uno dei tanti servizi offerti all’interno di un progetto più grande, ossia la realizzazione di un portierato sociale collocato alla Polveriera.
“Il portierato sociale è stato creato per venire incontro alle esigenze degli abitanti del quartiere, specialmente gli anziani, che a volte trovano difficoltà a reperire quelle informazioni utili alle necessità quotidiane” spiega Attilio “se ad esempio una persona ha bisogno di contattare un elettricista, o un idraulico, la portineria si presta ad aiutarlo. Durante la presentazione dei vari servizi del portierato abbiamo parlato anche dell’attività di bici-consegne, e i cittadini si sono mostrati subito molto entusiasti; anche in questo caso, ad accogliere con maggior favore l’attività sono stati gli anziani, che per motivi d’età hanno una mobilità ridotta e possono trovare faticoso anche solo trasportare a piedi una semplice busta della spesa.”
Il servizio di consegna a domicilio comprende qualsiasi tipo di merce, ovviamente trasportabile in bicicletta (Attilio ci spiega che la capienza dei mezzi è comunque in grado di portare addirittura un frigorifero), ma l’aspetto più interessante è la collaborazione con Ravinala, cooperativa sociale di commercio equosolidale. Oltre a gestire gli scambi di prodotti provenienti da Paesi africani, indiani e sudamericani, Ravinala coordina i gruppi di acquisto.
“Si tratta di gruppi di cittadini che si organizzano per recarsi in alcuni posti accuratamente scelti, solitamente contadini della zona o comunque commercianti che hanno una particolare attenzione al rispetto dell’ambiente, ed acquistano una selezione mirata di prodotti naturali che costano mediamente quanto la merce che si trova al supermercato, ma con una qualità nettamente superiore. Attraverso la nostra spesa a domicilio, siamo in grado di far arrivare questo tipo di prodotti a casa di chiunque ne faccia richiesta.”

Un’altra notizia ben gradita è che il progetto nasce sì all’interno dei quartieri Ospizio e Mirabello, ma è pronto ad estendersi ad ogni parte della città, quindi chiunque potrà usufruire del servizio.
L’attività partirà tra poche settimane, e vista la sua grandissima utilità siamo certi che i nostri corrieri su due ruote si ritroveranno presto con non pochi clienti!


Elisa Castagnetti
Foto Federico Contini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *