Insieme è meglio

Le associazioni di Rivalta e Coviolo collaborano per valorizzare il territorio.

La cintura verde di Reggio Emilia non indica abilità nelle arti marziali, ma l’area che si estende per più di 5000 ettari e che fa da cornice alla città. Un sistema naturale formato dai parchi fluviali del Crostolo e del Rodano, e dal parco Modolena prossimo alla realizzazione. Un vero e proprio polmone della città, dove prendere fiato e godere non solo della bellezza della natura, ma anche delle ville che impreziosiscono queste aree bucoliche.approfondisci »

Una piazza, un simbolo

Un dialogo fruttuoso tra cittadini e Comune

Del quartiere di Villa Sesso  abbiamo già raccontato molte cose, soprattutto ciò che ruota attorno al Centro Sportivo e al bar “Coffee Dream”, i principali luoghi di aggregazione della frazione per ragazzi e adulti.

Ma c’è un progetto, ancora tutto in divenire, che si sta sviluppando: la riqualificazione di piazza Leo Valiani, che è solo una delle azioni realizzate qui con il contributo dei cittadini e contenuto nell’accordo di cittadinanza firmato lo scorso dicembre.approfondisci »

Buona estate!

Vi aspettiamo a settembre con nuove storie dai QUArtieri.

E’ arrivato Agosto e anche Quaderno si ferma qualche settimana per la pausa estiva. Ma le storie dai quartieri continuano. L’estate sarà ancora ricca di appuntamenti, iniziative e storie da raccontare.
Noi continueremo a raccoglierle e a segnalarvele nella nostra agenda.
Vi aspettiamo da Settembre – online sul blog e on air sulle frequenze di Rumore Web – pronti per conoscere nuovi progetti e nuovi protagonisti della nostra città.
Buona estate a tutti!

Tutti come a casa, nel cortile della chiesa

A Massenzatico una serata dedicata a tutti.

Questa storia è dedicata a tutti. Tutti quelli che sono venuti, hanno partecipato, si sono confrontati, hanno rilanciato la loro proposta e, alla fine, hanno firmato. Hanno firmato, il 5 luglio scorso, l’ Accordo di cittadinanza di Massenzatico, Gavassa e Pratofontana. Un accordo così ricco di progetti che in questa storia non riusciremo certo a raccontarli tutti ma, soprattutto, di novità: non solo nelle cose da fare ma soprattutto nelle relazioni tra le persone che le faranno.approfondisci »

Zona Franca. Zona di amici

Un luogo speciale a Sabbione dove ognuno è protagonista

Luca è uno studente di 18 anni, vive a Sabbione. La sua vita da liceale si divide tra studio, amici e sport, ma fin da piccolo ha nutrito una passione per la musica. Perciò da quest’anno ha deciso di iscriversi ad un corso di chitarra elettrica in zona. E lo ha potuto fare grazie ad una zona in particolare, Zona Franca, il luogo di Sabbione dove creatività, talento e idee prendono il volo.approfondisci »

Il campo estivo dei sogni

Fai qualcosa che non hai mai fatto

Se chiedete a un bambino di oggi qual è la cosa più bella da fare in estate vi risponderà probabilmente andare al mare. Se chiedete la stessa cosa a un bambino di Gavasseto, vi risponderà cavalcare gli asini! Non perché qui i bambini siano più fantasiosi degli altri, ma perché grazie alla società sportiva Invicta si svolge, nei pressi della chiesa da due anni a questa parte, un grande campo estivo, che riassume in sé una miriade di attività. approfondisci »

Un murales per un quartiere

Passato, presente e futuro s’incontrano

È una domenica di metà luglio, ore 19.30, e al centro sociale Foscato di Reggio Emilia sta succedendo qualcosa di raro: mentre molti sono al mare o stanno tornando da una giornata in piscina qui si frigge gnocco fritto. No, non è questa la rarità, nel reggiano anzi, è la norma. Qui però si frigge tra il monumento ai caduti della seconda guerra mondiale e un gruppo di writers intenti a completare un enorme murales, lungo più o meno una ventina di metri, a due passi dal bar. Le due cose, inaspettatamente per chi guarda distratto, sono in realtà fortemente collegate.approfondisci »

La grammatica dell’integrazione

A Villa Sesso si costruiscono le basi dell'integrazione con la lingua l'italiana

Aurora Prodi ed Elena Fantuzzi sono due studentesse di lingue. Dallo scorso febbraio, fino a giugno 2016, hanno vestito i panni delle insegnanti durante il corso di italiano per stranieri che si è svolto a Villa Sesso. Sei mesi di lezioni in cui sono stati affrontati molti temi: dalla grammatica alla Costituzione Italiana, dal lessico ai modi di fare degli italiani. Tematiche chiave per favorire l’integrazione delle persone nel tessuto cittadino e sociale.approfondisci »

Il doposcuola non è mai stato così bello

Tra compiti e merenda, un pomeriggio a Cadè

Siamo a Cadè, un piccolo paese tagliato in due dalla via Emilia che scorre lenta verso Parma, e ho davanti Maria Rita e Annalisa, due mamme che, insieme ad altri, qui hanno “costruito” un doposcuola per i bambini delle elementari.

Mi parlano orgogliose e contente dell’idea nata circa tre anni fa e portata avanti con impegno da loro e da quasi una quindicina di altri volontari: c’è chi è in pensione, chi fa la casalinga a tempo pieno, commercianti o mamme con i figli già grandi; a volte anche i fratelli maggiori vengono coinvolti per aiutare nei compiti.

approfondisci »

Un mondo a misura di bimbo

Il centro sociale Primavera di Masone ripensato per i più piccoli

Antonietta è una designer che dopo esser diventata mamma di Michele si è avvicinata al mondo dei bambini. Ha iniziato da subito ad occuparsi di progetti rivolti ai più piccoli: dall’ideazione di arredi alla creazione di giochi, dalla progettazione di spazi all’autoproduzione di abbigliamento per bambini. La scorsa primavera Antonietta ha deciso di offrirsi volontaria per ripensare l’organizzazione della sala del centro sociale Primavera di Masone.approfondisci »