Grandi storie dai quartieri

Quando i cittadini rendono la città migliore

E’ arrivato anche per QUAderno il momento di andare in vacanza. Come sempre la pausa estiva è un momento per tirare le somme del primo semestre di lavoro e progettare nuove attività sul territorio per i prossimi mesi.
Il bilancio, da parte nostra, non può che essere positivo. E, come sempre, dobbiamo ringraziare tutti i cittadini e le associazioni che hanno pensato, condiviso, progettato e lavorato insieme a noi per rendere migliore il proprio quartiere. Abbiamo attivato 67 progetti che non sarebbero stati possibili senza le oltre 7.000 ore di volontariato da parte dei cittadini. Abbiamo incontrato oltre 1.523 persone che, insieme a 140 associazioni, hanno messo a disposizione il loro tempo, le loro capacità e la loro voglia di fare qualcosa per la città e la comunità.

Perche “QUArtiere bene comune” per noi significa proprio questo: fare insieme. E l’impegno dei cittadini che nei quartieri era già tangibile abbiamo anche voluto renderlo visibile: prima con una mostra fotografica allestita in centro storico all’interno del Circuito OFF di Fotografia Europea che ha avuto oltre 500 visitatori e, adesso, con un progetto fotografico itinerante. Abbiamo pensato “in grande” perché per noi è “grande” il contributo e il lavoro fatto da tutti i cittadini che dimostrano il “grande” senso civico della città il “grande” valore che diamo al bene comune.
Per questo, troverete alcuni dei loro volti in fotografie di grande formato sui palazzi della città. In via Mazzini troverete il sorriso con cui Aurora accoglie le donne straniere e insegna loro la lingua italiana; in via Emilia Ospizio vedrete l’energia di Giuliano che si fa in quattro per organizzare attività alla Reggia di Rivalta; infine, in via Gramsci, vi aspetta Chiara che, a Marmirolo, promuove la partecipazione e il bene comune anche attraverso le attività con le scuole.
Sono solo tre volti, ma ne rappresentano tanti altri che, in questi mesi, hanno fatto tanto per la nostra città. Grazie a tutti loro, e grazie a Coopselios, ASP “Città delle Persone” e ACER che hanno sostenuto e condiviso con noi questo progetto e ci hanno messo a disposizione i loro spazi.
E nei prossimi giorni ne arriveranno altri.

Volti che raccontano storie di chi si impegna e ci mette la faccia. Volti che ritroverete, insieme agli altri, nella mostra fotografica che, da settembre sarà allestita nei quartieri della città.
Continuate a seguirci su quaderno e sui canali social. Ci vediamo a settembre, con nuovi progetti e nuove storie da vivere insieme per il #quartierebencomune.

Buona estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *