Grandi idee per un grande spazio

Nasce il laboratorio urbano per Parco Nilde Iotti.

Ada è una signora sulla settantina e abita da sempre a Pieve Modolena, per la precisione vicino al Centro Sociale “La Mirandola”. Da quando è andata in pensione ha più tempo libero a disposizione, così ha deciso di prendere due cani labrador che le fanno compagnia nelle lunghe passeggiate che ama fare nei parchi intorno a casa sua. In particolare ama molto il grande parco Nilde Iotti ma si rende conto che questo spazio potrebbe venir sfruttato meglio con maggiori iniziative per gli amanti degli amici a quattro zampe. Vorrebbe dire la sua. Decide così di presentarsi nel tardo pomeriggio di giovedì 2 febbraio nella sede dell’Università, in centro a Reggio, per conoscere meglio quello che sarà il primo laboratorio urbano del Comune, fatto per valorizzare lo spazio che tanto sta a cuore alla signora Ada. Finalmente potrà capire come fare per mettersi in gioco per il suo quartiere.

La conferenza a cui partecipa la signora Ada è la presentazione di un percorso partecipato, unico nel suo genere, voluto fortemente dall’amministrazione comunale per dare lustro ad uno spazio cittadino ancora poco sfruttato, quello del Parco Nilde Iotti. Posto al crocevia tra i  quartieri di Pieve Modelena, Orologio, Roncina, è il secondo parco più grande della città ed è stato pensato all’interno di un progetto di più ampio respiro intorno a quello che doveva essere il quartiere residenziale Parco Ottavi. Come ricorda l’assessora Valeria Montanari: “rispetto a quello che era il progetto iniziale solo una piccola parte è stata realizzata e per tale motivo quell’area non ha un’identità ben precisa. Sappiamo però che se una zona in una città non ha identità spesso è la cittadinanza stessa che se ne appropria dandole un significato nuovo.”

I problemi possono rivelarsi delle opportunità e uno spazio vuoto può diventare un luogo dove la cittadinanza che vive quella zona può attivarsi per realizzare concretamente i propri desideri. Come ci ricorda l’assessora, “la funzione di quell’area è di essere un’area verde vissuta, dove possano avere un ruolo centrale le relazioni. Il Comune mette a disposizione gli spazi, la piantumazione di alberi, la progettazione e tutto ciò rientra nei laboratori di cittadinanza”. Dai gruppi di cammino agli orti urbani, passando per spazi ricreativi per bambini, centri sociali e case protette, le idee da attuare possono essere tantissime. Per questo è stato pensato un grande laboratorio che, a differenza di quelli già attivi nei quartieri, coinvolge i cittadini di più zone. È a tutti gli effetti un laboratorio che cambia volto ad un luogo significativo per tutta la città, unico nel suo genere.

“Il parco Nilde Iotti  – spiega l’architetto di quartiere Francesco Berni- si candida come caso studio per la partecipazione in città”. La prima fase, quella dell’ascolto, è già avvenuta nei mesi di novembre e dicembre grazie al supporto degli stakeholders presenti sul territorio; da qui inizia la fase di coprogettazione che verrà inaugurata dal primo incontro dell’11 febbraio alla parrocchia della Roncina, dove la cittadinanza si troverà per condividere le idee emerse grazie alla metodologia Open Space Technology. Dal 30 aprile avverrà l’attuazione vera e propria dei progetti con un calendario di interventi.

Non è sola la signora Ada; sono tanti i cittadini accorsi per questa conferenza, chi per sapere cosa fare, chi per semplice curiosità. Fuori dall’aula dove si tiene l’incontro c’è un banchetto con tanti volantini colorati con immagini di parchi e gente impegnata in attività ludiche che servono a pubblicizzare il progetto. Chissà, magari già la prossima estate la signora Ada potrà venire immortalata in compagnia dei suoi labrador a spasso nel parco come esempio della buona riuscita del laboratorio. Di una cosa siamo certi: anche una piccola partecipazione basta per realizzare grandi sogni.
Alessandro Melioli
Foto Federico Contini

Scopri il Laboratorio Urbano dedicato a Parco Nilde Iotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *