A Massenzatico si scende in Campus

Alla Paradisa il doposcuola non è solo compiti ma si impara con lo sport

Una squadra di successo ha sempre una mente brillante che ne coordina le azioni. In questo caso Andrea Orlandini è il coordinatore del grande team del doposcuola al Centro Sociale “La Capannina – Paradisa” di Massenzatico.

Andrea è responsabile dei progetti educativi alla Uisp di Reggio Emilia, associazione che collabora a stretto contatto con il Comune e la comunità per offrire laboratori creativi e motori ai bambini del quartiere.

“La storia del doposcuola nasce quasi 10 anni fa – racconta Andrea – da una collaborazione tra il Circolo Paradisa e la scuola primaria Maria Teresa di Calcutta di Massenzatico. Il progetto è stato creato per proporre ai bambini delle attività pomeridiane che andassero incontro alle famiglie. Poi il Comune di Reggio Emilia, assieme a Officina Educativa e Uisp, ha creato il progetto Campus: il doposcuola ospitato non solo nelle scuole, ma anche in oratori e centri sociali. Nel caso di Massenzatico gli incontri si svolgono al centro sociale La Capannina – Paradisa”.

La novità infatti sta proprio nella dislocazione delle attività del doposcuola, che prendono vita nell’ampio salone al primo piano del circolo. Dodici sono i bambini iscritti al progetto, una vera e propria squadra pronta a scendere in campo. A mantenere alta la preparazione dei ragazzi due insegnanti, specializzate in ambito educativo e motorio.

Ma cosa succede al fischio d’inizio del doposcuola? “All’interno del Campus – spiega Andrea – vengono fatti sia laboratori creativi, sia vere e proprie lezioni di attività motoria in cui si studia il linguaggio del corpo. Nel salone della Paradisa sono svolte le attività classiche del doposcuola e alcune attività motorie, come giochi e percorsi per sviluppare capacità coordinative. Poi una volta al mese si va nella palestra di Massenzatico dove invece avviene l’apprendimento delle discipline sportive. Ciò che è importante per noi è il bambino, che è il protagonista che si muove”.

Alla domanda qual è l’attività del doposcuola che più entusiasma i bambini Andrea risponde: “Le staffette che facciamo dentro alla Paradisa piacciono molto…ma torneo di biliardino è sicuramente tra i momenti preferiti”.

Che siano scolastiche o motorie, alla base delle attività del doposcuola di Massenzatico c’è sempre il rispetto per le regole e il gioco di squadra. Insomma, non si “frulla”.

Chiara Ugosetti
Foto: Federico Contini

Scopri i contenuti dei progetti all’interno dell’Accordo di Cittadinanza di Gavassa, Massenzatico e Pratofontana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *