Tutti amici al bar

Cappuccino e aggregazione a Villa Sesso.

Gianluca ha appena finito un calcetto con gli amici nella palestra di Sesso. É quasi mezzanotte, è affamato e avrebbe voglia di un piatto di spaghetti alla carbonara, ma a casa il frigo è vuoto. Ecco che accanto al centro sportivo vede un bar aperto: è il Coffee Dream ed è il bar delle sorelle Dattilo. Federica, 22 anni studentessa di economia finanza, è la titolare; Elisa, 23, è quella che ci lavora a tempo pieno; Laura, 20, studia farmacia e ci lavora nei weekend. Accanto a loro la mamma, la più attiva ai fornelli e presenza fissa del locale, il papà, i morosi e tutti gli amici sempre pronti a dare una mano. Il Coffee Dream è soprattutto una grande famiglia, un luogo di incontro per tutta la frazione. approfondisci »

La grande banda di Coviolo

Non suona e non spara. E' il wi-fi per tutti!

Luca ha 14 anni e abita a Villa Coviolo. Frequenta l’ultimo anno delle scuole medie e sta studiando con impegno per superare gli esami finali. In particolare nell’ultima settimana si sta concentrando sulla stesura di una tesina sull’evoluzione tecnologica del telefono e sulla diffusione dei social media in Italia. Le sue insegnanti gli hanno consigliato alcuni libri da cui trarre informazioni preziose, ma buona parte del materiale si trova ormai solamente online. Così Luca naviga nel web come un vero marinaio,un capitano che sicuro della direzione da intraprendere, cerca dati e notizie da pescare per il proprio lavoro.
Un anno fa Luca avrebbe avuto parecchie difficoltà a salpare per i mari del web: a Coviolo internet non arrivava. Nel 2015 infatti questa zona, pur essendo poco lontana da Reggio Emilia, era mal fornita dalla banda larga.

approfondisci »

Nasce QUAderno

Notizie, storie e testimonianze dai quartieri.

Quaderno racconta storie. Vere. Con le parole e con le immagini.
Sono le storie dei protagonisti di QUA, quartiere bene comune.
Le storie sono quelle delle cittadine e dei cittadini che, singolarmente o con la loro Associazione di appartenenza, costruiscono giorno dopo giorno progetti che migliorano il quartiere e la vita delle persone che lo abitano. Grazie al confronto con il Comune, ma soprattutto alla loro voglia di fare, di rendersi utili e sentirsi cittadini.
Sono piccole storie. Non fanno notizia sulla stampa forse neanche domani, negli annali.
Però, in quelle storie, c’è la vita delle persone: il loro tempo, la loro competenza, le loro relazioni, il loro entusiasmo. Messo lì, a disposizione, per il bene di tutti.
E a noi non sembra poco, anzi. Allora lo vogliamo raccontare: questo spazio è per quelle storie.
Così scoprirete quanti reggiani hanno voglia di prendersi delle responsabilità e pensare al plurale: il quartiere, e la sua comunità, come bene comune.
Le storie sono scritte con passione dai ragazzi della redazione di ‘rumore’, la web radio dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Seguiteci.
E se anche voi avete un’idea o un progetto, chiamateci o scriveteci. Noi ci siamo. Anzi siamo QUA.